DLA Piper, Pedersoli e Molinari Agostinelli nel finanziamento a DigitalPlatforms da parte di illimity per l’acquisizione di Selta S.p.A.

DLA Piper, Pedersoli e Molinari Agostinelli nel finanziamento a DigitalPlatforms da parte di illimity per l'acquisizione di Selta S.p.A.

DLA Piper e Pedersoli hanno assistito rispettivamente DigitalPlatforms S.p.A. ed illimity Bank S.p.A. nell’operazione di finanziamento finalizzata, tra le altre cose, (i) all’acquisizione di Selta S.p.A., società attiva nel settore delle infrastrutture critiche di rete e della sicurezza, e alla realizzazione ed espansione delle proprie attività imprenditoriali in Italia, principalmente legate all’Internet of Things ed alla cybersecurity, e (ii) al rifinanziamento di parte dell’indebitamento di DigitalPlatforms verso RiverRock Italian Hybrid Capital Fund.

Il finanziamento per un importo complessivo di circa Euro 14 milioni messo a disposizione di DigitalPlatforms S.p.A. da illimity Bank S.p.A. è in parte supportato da garanzia emessa da SACE ai sensi del Decreto Liquidità.

L’operazione di acquisizione e conseguentemente quella di finanziamento, in considerazione dei complessi e delicati profili inerenti ai settori della difesa e della sicurezza nazionale, è stata altresì oggetto di autorizzazione “Golden Power” da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero della Difesa.

DLA Piper ha assistito DigitalPlatforms S.p.A. ed il socio lussemburghese LaCambre SCA Sicav Raif, con un team multidisciplinare coordinato dal partner Gabriele Arcuri. Il partner Giovanni Ragnoni Bosco Lucarelli, supportato dagli avvocati Gianfranco Giorgio e Mariacarmela Timpone, hanno curato la revisione e negoziazione della documentazione finanziaria. Il partner Christian Iannaccone, col supporto di Giorgia Grande, si è occupato dei profili “Golden Power”.

illimity Bank S.p.A. è stata assistita da Pedersoli Studio Legale con un team composto dalla equity partner Maura Magioncalda, coadiuvata dall’avvocato Giuseppe Smerlo e da Daniele Moccia e Mattia Longo, supportati dall’avvocato Giuseppe Occhigrossi, quest’ultimo in qualità consulente legale interno di illimity.

RiverRock Italian Hybrid Capital Fund è stata assistita dallo studio legale Molinari Agostinelli con un team composto dal partner Marco Leonardi e dall’avvocato Alessandro Pallavicini.

Studi legali, un 2022 nel segno della ripresa e dell’innovazione

Studi legali, un 2022 nel segno della ripresa e dell’innovazione

Pedersoli deal counsel nell’acquisizione da parte di Azimut di una partecipazione di maggioranza in Mamacrowd

Pedersoli deal counsel nell’acquisizione da parte di Azimut di una partecipazione di maggioranza in Mamacrowd

Azimut, gruppo quotato su Euronext Milan e attivo nel settore del risparmio gestito, è diventato l’azionista di maggioranza di Mamacrowd, piattaforma italiana di equity crowdfunding che permette di investire in startup e PMI italiane.

L’accordo funzionale all’acquisto della maggioranza ha previsto un aumento di capitale riservato ad Azimut, a seguito del quale questa ha incrementato la partecipazione detenuta dal 2013 in Mamacrowd, rafforzando così la propria presenza nel settore dell’equity crowdfunding italiano.

Pedersoli ha agito in qualità di deal counsel con un team composto dalla partner Marida Zaffaroni e dall’associate Maddalena Cesareo.

Sette matricole in arrivo

Sette matricole in arrivo

Mooney al tandem Intesa-Enel: gli studi coinvolti

Mooney al tandem Intesa-Enel: gli studi coinvolti

Intesa Sanpaolo ed Enel hanno sottoscritto, con Schumann Investment, un accordo per l’acquisizione di Mooney Group (gruppo italiano di proximity banking & payments) che consentirà a ciascuna una partecipazione del 50% e il controllo congiunto su Mooney Group al verificarsi delle condizioni sospensive relative al rilascio delle autorizzazioni dell’Autorità Antitrust, della Presidenza del Consiglio e della Banca d’Italia.

Il team di Pedersoli Studio Legale che ha assistito Intesa Sanpaolo, guidato da Carlo Pedersoli, è stato coordinato da Diego Riva con Edoardo Pedersoli e Paolo Manzoni per gli aspetti di diritto societario, Davide Cacchioli e Alessandro Bardanzellu per i profili antitrust e Giulio Sandrelli e Federico Lombardi per gli aspetti regolamentari.

Il team in house di Enel X che ha seguito l’operazione è stato coordinato da Giulio Fazio ed è composto da Ludovica Parodi Borgia, Armando Alessandro Monaco, Francesca Marchettini, Salvatore Brindisi, Daniela D’Alessandro, Miranda De Meo, Cecilia Rabà, Roberta di Stefano, nonché per gli aspetti antitrust, da Paolo Chiricozzi, Ciro Favia e Francesco Di Giacinto che si sono avvalsi di BonelliErede con il partner Gianfranco Veneziano, la senior associate Francesca Peruzzi e l’associate Giulia Romagnoni per gli aspetti di diritto societario, con il partner Massimo Merola, il managing associate Omar Diaz e Gianluca Vassallo per gli aspetti antitrust, e infine con il partner Federico Vezzani e l’associate Cristiana Ferrari per gli aspetti regolamentari.

Il team di Latham & Watkins che ha assistito Schumann Investment è stato guidato dal partner Antonio Coletti e composto dai soci Giovanni Sandicchi e Giorgia Lugli e dagli associate Guido Bartolomei, Luca Maranetto e Guido Hassan per gli aspetti societari, dal counsel Cesare Milani e dall’associate Edoardo Cassinelli per gli aspetti di diritto regolamentare, e dal partner Luca Crocco e dagli associate Giuseppe Liotine e Lorenzo Sacco per gli aspetti antitrust.

Lo studio legale tributario Facchini Rossi Michelutti ha assistito Schumann Investment per gli aspetti fiscali dell’operazione, con un team composto dai soci Luca Rossi, Giancarlo Lapecorella e Marina Ampolilla e dagli associati Armando Tardini e Andrea Basi.

BonelliErede e Pedersoli nell’acquisizione da parte di Lvmh di una quota in Thélios da Marcolin

BonelliErede e Pedersoli nell’acquisizione da parte di Lvmh di una quota in Thélios da Marcolin

Lvmh, assistita da BonelliErede, e Marcolin, assistita da Pedersoli Studio Legale, hanno raggiunto un accordo per l’acquisizione da parte di Lvmh della quota del 49% detenuta da Marcolin in Thélios.

Inoltre Marcolin rileverà la quota del 10% che Lvmh possiede in Marcolin, acquisita quando era stata fondata Thélios.

A seguito della partnership di successo che ha portato Thélios, la joint-venture creata da Marcolin e Lvmh nel 2017, a diventare player specializzato nel settore dell’occhialeria di Lvmh, Marcolin e Lvmh hanno deciso di comune accordo di avviare Thélios verso la fase successiva del suo sviluppo, integrandosi completamente all’interno del gruppo francese.

Il team di BonelliErede è composto dal partner Nicola Marchioro, membro del Focus Team Alta gamma, dal senior associate Fabio Saguato e dagli associate Alberto Giavaldi e Alberto Corsello.

Il team di Pedersoli è composto dagli equity partner Antonio Pedersoli e Andrea Gandini assieme all’associate Lorenzo Rossi Casana.

Pnrr, serve più concorrenza per far decollare l’economia

Pnrr, serve più concorrenza per far decollare l’economia

Pedersoli con Inalpi nel finanziamento con garanzia SACE

Pedersoli con Inalpi nel finanziamento con garanzia SACE

Pedersoli Studio Legale ha assistito la società piemontese Inalpi, primario player nel mercato del latte, nell’operazione di finanziamento da Euro 90 milioni con garanzia SACE concesso da Intesa Sanpaolo, Cassa Depositi e Prestiti e Banco BPM, assistiti dallo Studio Legale Guzzetti, per lo sviluppo di progetti sostenibili della società.
L’operazione si compone di due finanziamenti a medio lungo termine: il primo per complessivi Euro 49,2 milioni a sostegno di investimenti per nuovi impianti previsti nel Piano Industriale 2021 – 2025 della società; il secondo pari a Euro 40,4 milioni destinato al parziale rifinanziamento del debito finanziario della società e a nuovi investimenti per la crescita di Inalpi in Italia. Inoltre, l’operazione prevede anche una facility green garantita da SACE nell’ambito della nuova operatività prevista dal c.d. “Decreto Semplificazioni” nel contesto del Green New Deal Europeo.

Pedersoli ha agito con un team guidato dall’equity partner Maura Magioncalda coadiuvata dal counsel Michele Parlangeli e dall’associate Enrico Morolli per gli aspetti relativi al finanziamento e dall’equity partner Marcello Magro con il counsel Fabrizio Grasso in riferimento ai profili corporate dell’operazione.
Lo Studio Legale Guzzetti ha agito con un team composto dal Titolare Paolo Guzzetti coadiuvato dagli Avvocati Stefano Sirna, Alessia Uccheddu e Stefania Giglio.
Per la società ha gestito la negoziazione la divisione finanziaria guidata dal dott. Alessandro Daniele, chief financial officer di Inalpi.

Pedersoli nell’IPO di Ariston

Pedersoli nell’IPO di Ariston

Ariston Holding N.V., player globale nelle soluzioni sostenibili per il comfort dell’acqua calda e del riscaldamento degli ambienti, ha concluso con successo il collocamento istituzionale volto all’ammissione a negoziazione delle proprie azioni ordinarie su Euronext Milan, mercato regolamentato organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A.

Il prezzo di offerta delle azioni ordinarie è stato fissato in €10,25 per azione. In base al prezzo di offerta, i proventi lordi derivanti dall’offerta (inclusivi della opzione di over-allotment) risultano pari a circa €915 milioni e la capitalizzazione del Gruppo Ariston alla data di avvio delle negoziazioni sarà pari a circa €3,375 miliardi, comprensivi dell’aumento di capitale di circa €300 milioni. L’offerta è consistita in un collocamento riservato di 29.268.292 azioni ordinarie di nuova emissione da parte della società e un’offerta secondaria di azioni esistenti da parte degli azionisti della società, Merloni Holding S.p.A. e Amaranta S.r.l., a taluni investitori istituzionali in diverse giurisdizioni. 

L’inizio delle negoziazioni delle azioni su Euronext Milan, con il simbolo “ARIS”, è iniziato oggi 26 novembre 2021.

Il Gruppo Ariston e gli azionisti di riferimento sono stati assistiti da Pedersoli sia per la redomiciliation in Olanda (completata a giugno 2021, anche in preparazione della IPO) sia per la IPO su Euronext Milan. L’operazione cross border è stata coordinata dall’equity partner prof. Eugenio Barcellona assieme all’equity partner Marcello Magro con i counsel Leonardo Bonfanti e Fabrizio Grasso, il senior associate Federico Tallia, l’associate Carlo Ranotti ed i trainee Antonio Nisi e Olga Usai.

La società è inoltre stata assistita da Houthoff con un team composto dai partner Jetty Tukker e Philippe König e dalla senior associate Emma Schuttee e da Cravath rispettivamente per gli aspetti di diritto olandese e statunitense.

Linklaters ha assistito i joint global coordinators e i joint bookrunner per gli aspetti di diritto italiano, olandese e statunitense con un team multigiurisdizionale composto dai partner Ugo Orsini e Alexander Harmse, dalla counsel Cheri De Luca, dai managing associate Francesco Eugenio Pasello e Xu Wang e dall’associate Matteo Pozzi.

Goldman Sachs Bank Europe SE, Intesa Sanpaolo S.p.A. – Divisione IMI Corporate & Investment Banking e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A hanno agito quali joint global coordinator e joint bookrunner, mentre BNP PARIBAS, BofA Securities Europe SA, Citigroup Global Markets Europe AG ed Equita SIM S.p.A. in qualità di joint bookrunner.

 

Pedersoli con Macai nel più grande pre-seed round in Italia

Pedersoli con Macai nel più grande pre-seed round in Italia

Pedersoli Studio Legale ha assistito Macai, startup di grocery delivery italiana basata a Milano, nel pre-seed round più grande di sempre nel panorama italiano e uno dei principali a livello europeo. 

Il round è stato guidato da Lumen Ventures, lead investor dell’operazione, con la partecipazione di Plug and Play Ventures, Cats e di altri investitori istituzionali.

Macai è un supermercato totalmente digitale caratterizzato da una vasta scelta di prodotti – punta a raggiungere un’offerta di 7.500 referenze – e una consegna a domicilio in pochi minuti grazie alla presenza capillare nei centri cittadini dei suoi dark stores, magazzini intelligenti chiusi al pubblico.

Oltre a Milano e Torino, già operative, sono in previsione nuove aperture principalmente nel Nord Italia, in concomitanza con l’avvicinarsi della chiusura del seed round che rappresenta una opportunità per rafforzare ulteriormente il team e l’infrastruttura e per intraprendere un’espansione all’estero.

Il team di Pedersoli è composto dal junior partner Luca Rossi Provesi e dall’associate Giacomo Massironi, sotto la supervisione dell’equity partner Ascanio Cibrario.

Cross Border Growth Capital ha agito in qualità di financial advisor.