Acrisure acquisisce il broker assicurativo Premium Intermediazioni Assicurative e Demetra: tutti i legali

Acrisure acquisisce il broker assicurativo Premium Intermediazioni Assicurative e Demetra: tutti i legali

Acrisure, primario broker internazionale nel settore assicurativo e riassicurativo, già presente in Italia e in altri paesi Europei (Regno Unito, Olanda, Spagna) e fra i primi 10 operatori a livello globale per fatturato, tramite la propria società italiana Acrisure S.r.l., ha acquisito Premium Intermediazioni Assicurative S.r.l., primario broker assicurativo nel settore agricolo, e Demetra S.r.l., società di servizi a supporto delle compagnie di assicurazione.

I soci venditori continueranno a essere coinvolti nello sviluppo del business e hanno investito nell’operazione tramite l’acquisizione di azioni della società holding americana del gruppo Acrisure.

Acrisure è stata assistita per gli aspetti legali da Pedersoli Studio Legale con un team composto dall’equity partner Ascanio Cibrario, dal partner Luca Rossi Provesi, dal senior lawyer Giulio Langella e dagli associate Edoardo Augusto Bononi, Andrea Bruno e Raffaele Mittaridonna, nonché dal partner Giulio Sandrelli per gli aspetti regolamentari, dal counsel Andrea Scarpellini per gli aspetti giuslavoristici e dallo studio legale americano Varnum LLP con il partner Seth W. Ashby. 

Gli aspetti fiscali e contabili sono stati curati da Deloitte con un team composto da Edoardo Andreoli, Elisa Fabris e Cristina Lombardini.

I venditori sono stati assistiti da BonelliErede con un team composto, per i profili corporate, dalla partner Giulia Bianchi Frangipane, dal senior associate Enrico Goitre, dall’associate Alberto Corsello e da Benedetta Duca, nonché, per i profili di diritto assicurativo, dall’associate Francesco Faccendini. Il partner Vittorio Pomarici e l’associate Federico Carolla hanno curato gli aspetti di diritto del lavoro.

 

Pedersoli al fianco di Sparkasse nell’operazione su Civibank

Pedersoli al fianco di Sparkasse nell’operazione su Civibank

Le adesioni hanno raggiunto il 58,5496% del capitale di CiviBank; Sparkasse al 75,6% del capitale di CiviBank (79,1% dei diritti di voto)

Nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione di CiviBank; la lista di Sparkasse è stata la più votata

Pedersoli Studio Legale ha assistito Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. – Sparkasse (“Sparkasse”) nell’operazione di acquisizione della maggioranza del capitale sociale di Banca di Cividale S.p.A. – Società Benefit (“CiviBank”) con riferimento sia alle offerte pubbliche di acquisto volontarie totalitarie promosse da Sparkasse sulla totalità delle azioni ordinarie e dei warrant di CiviBank sia al giudizio cautelare avviato da CiviBank presso il TAR Lazio.

In seguito all’ordinanza del 1° giugno 2022 del TAR Lazio che ha rigettato l’istanza cautelare di CiviBank, ieri, 6 giugno, Sparkasse ha completato le offerte con l’acquisto di azioni pari al 58,5496% del capitale sociale di CiviBank che porta Sparkasse al 75,6429% del capitale pari al 79,1% dei diritti di voto. Sempre ieri, si è tenuta l’assemblea di CiviBank che ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione di CiviBank sulla base della lista presentata da Sparkasse. In data odierna, si è riunito il nuovo Consiglio di Amministrazione per le nomine del Presidente e dei Vice-presidenti.

Con questi ultimi passi, si porta a compimento l’operazione di acquisizione avviata a dicembre 2021 nel contesto delle linee di consolidamento sostenibile del mercato bancario europeo tracciate dalle autorità di vigilanza bancaria.

Pedersoli Studio Legale ha assistito Sparkasse in tutte le fasi dell’operazione con un team multidisciplinare guidato dall’equity partner Marcello Magro e composto dai partner Giulio Sandrelli e Marta Sassella e dal junior partner Fabrizio Grasso per gli aspetti relativi alle offerte e i profili di regolamentazione bancaria e finanziaria.  Per il contenzioso amministrativo presso il TAR Lazio, Sparkasse è stata assistita dall’equity partner Sergio Fienga con il supporto dell’equity partner Prof. Eugenio Barcellona e del junior partner Tommaso Ricolfi, assieme al Prof. Marcello Clarich e al Prof. Sandro Amorosino. L’equity partner Davide Cacchioli e il partner Alessandro Bardanzellu hanno curato gli aspetti antitrust. Il prof. Filippo Annunziata, founding partner del network Annunziata&Conso, ha supportato Sparkasse sin dalle prime fasi dell’operazione con riferimento ai profili regolamentari.

Intesa Sanpaolo – Divisione IMI Corporate & Investment Banking ha agito quale consulente finanziario esclusivo, assistendo Sparkasse lungo l’intera operazione.

Pedersoli, NO&T e Jacobacci per l’acquisizione di CREA da parte di Advantest

Pedersoli, NO&T e Jacobacci per l’acquisizione di CREA da parte di Advantest

Pedersoli, assieme allo studio Nagashima Ohno & Tsunematsu di Tokyo, ha assistito Advantest Europe GmbH, facente parte del gruppo Advantest, negli accordi per l’acquisizione del 100% di CREA Collaudi Elettronici Automatizzati S.r.l., i cui soci sono stati assistiti da Jacobacci & Associati.

Pedersoli ha agito con il partner Jean-Daniel Regna-Gladin e l’associate Roberta Danese, nonché con il partner Alessandro Bardanzellu e Alessia Varieschi per i profili legati al golden power.

Jacobacci & Associati ha assistito i venditori con il partner Massimo Baghetti e l’associate Paolo Burdese.

Pedersoli e Gattai nell’acquisizione del Gruppo Italcatene da parte di AMF

Pedersoli e Gattai nell’acquisizione del Gruppo Italcatene da parte di AMF

A.M.F. S.p.A. ha perfezionato l’operazione di acquisizione del Gruppo Italcatene, proprietario di Italcatene e Italfinish, dalla famiglia Tozzi, la quale reinvestirà nel gruppo e continuerà a svolgere il proprio ruolo di gestione in coordinamento con il management team del gruppo AMF.

Il Gruppo Italcatene, con sede a Monte San Savino in provincia di Arezzo, fondato dalla famiglia Tozzi nel 1987, produce catene per il settore della moda e del lusso.

Pedersoli Studio Legale ha assistito AMF con un team coordinato da Carlo Re e composto da Stefano Milanesi, Bianca Maria Scarabelli e Riccardo Di Laura per gli aspetti di diritto societario e con un team coordinato da Maura Magioncalda e composto da Consuelo Citterio e Mattia Longo per gli aspetti banking & finance.

AMF è stata inoltre assistita da Gattai, Minoli, Partners con un team composto dal partner Cristiano Garbarini, dal counsel Alban Zaimaj e dagli associate Valentina Buzzi, e Gaia Baroni che hanno agito in riferimento alla struttura fiscale.

Infine l’acquirente è stato assistito da Essentia con Alberto Arrotta e Fabio Minervini quali advisor finanziari e da Alvarez & Marsal.

I soci di Italcatene sono stati invece assistiti dal dottor Maurizio Cerofolini e dall’avvocato Michela Tozzi.

Pedersoli e GOP nell’ investimento di Holding Industriale (Hind) in Famar

Pedersoli e GOP nell’ investimento di Holding Industriale (Hind) in Famar

Holding Industriale (Hind), società di investimenti in aziende di piccole e medie dimensioni rappresentative del “Made in Italy”, assistita dallo studio legale internazionale Gianni & Origoni, ha acquisito – tramite la controllata Holding Moda S.r.l. – la maggioranza del capitale sociale di Famar S.r.l., da SEBA S.r.l. assistita da Pedersoli.

Con l’acquisizione della maggioranza di Famar S.r.l., azienda di Ferrara che progetta e produce collezioni di abbigliamento donna e uomo per i più prestigiosi marchi della moda internazionale, Hind consolida la propria presenza nel settore dell’abbigliamento.

Il team di GOP è composto dal partner Gabriele Ramponi e dalle associate Fiorenza Fortunato e Francesca Mentuccia.

Pedersoli ha agito con team composto dalla partner Francesca Leverone e dall’associate Elisa Bertoni.

Gli studi nell’acquisizione della maggioranza di QiNet da parte di Upgrade

Gli studi nell’acquisizione della maggioranza di QiNet da parte di Upgrade

QiNet S.p.A., con il supporto di ABC Capital Partners, ha acquisito la maggioranza di Upgrade S.r.l., società operante nel settore della cybersecurity e dei cloud operation services, con sedi a Genova e a Lecco ed una consociata, Upgrade S.A., con sede a Lugano.

QiNet effettua così il suo primo add-on, a seguito dell’investimento del Fondo Metrika Tech. Con questa operazione le due società, QiNet e Upgrade, accelerano il proprio sviluppo, integrando i rispettivi team ed ampliando la gamma di servizi offerti.

L’acquirente è stato assistito da Pedersoli Studio Legale con un team composto da Fabrizio Grasso e da Riccardo Di Laura.

Spada Partners ha curato la tax due diligence con un team guidato dal partner Fabrizio Gnecco, coadiuvato da Gianluca Colarossi, e la financial due diligence con un team composto dal partner Antonio Zecca assistito da Antonio Moretta e Francesco Cannatelli. Norton Rose Fulbright ha curato la due diligence legale, con un team composto dalla partner Tiziana Del Prete, dal senior associate Fabrizio Zecca e dal trainee Francesco Cimmarrusti.

Upgrade è stata assistita dal Professore Associato Avvocato Flaviano Pontini, titolare dell’omonimo studio Pontini & Partners e da Nash Advisory per gli aspetti finanziari e di processo.

Gli Studi nell’investimento di Equita Smart Capital – ELTIF in una quota di minoranza di Clonit

Gli Studi nell’investimento di Equita Smart Capital – ELTIF in una quota di minoranza di Clonit

Equita Smart Capital – ELTIF, fondo di private equity gestito da Equita Capital SGR, multi-asset manager del Gruppo Equita, assistito da Pedersoli, ha completato il primo investimento per acquisire dai soci Carlo Roccio e Dario Russo una quota di minoranza in Clonit, assistita da Freshfields.

L’investimento di Equita Smart Capital – ELTIF, effettuato parte in acquisto quote e parte in un aumento di capitale, è finalizzato a dotare Clonit, leader in Italia nello sviluppo di test molecolari per malattie infettive e malattie genetiche, delle risorse necessarie per implementare il proprio piano di crescita, sia per vie esterne sia tramite lo sviluppo organico del business esistente.

Il closing dell’operazione è atteso nelle prossime settimane ed è soggetto al via libera da parte delle competenti autorità di vigilanza.

Il team di Pedersoli è guidato dall’equity partner Alessandro Marena con l’associate Elisa Bertoni.

Il team di Freshfields è guidato dal partner Nicola Asti e dal counsel Luca Sponziello, coadiuvati dall’associate Valentina Gagliani e da Ludovico Goglino, tutti membri del team Global Transactions – Corporate/M&A.

Spada Partners ha curato per conto di Equita la financial due diligence con un team guidato dal partner Cristiano Proserpio, assistito da Massimo Fagioli e Luca Tibaldo. La tax due diligence è stata curata da un team guidato dal partner Guido Sazbon assistito da Raffaella Piraccini.

Conclusa l’operazione di finanziamento a favore di La Scuola

Conclusa l’operazione di finanziamento a favore di La Scuola

Bonafé Grifoni e Associati – Studio Legale Tributario ha assistito La Scuola S.p.A., casa editrice attiva nel settore dell’editoria scolastica, in relazione all’operazione di finanziamento da 40 milioni di Euro che ha visto coinvolte in qualità di finanziatrici Intesa Sanpaolo S.p.A. e BPER Banca S.p.A., assistite da Pedersoli Studio Legale e finalizzata, tra l’altro, all’acquisizione di Edizioni Il Capitello S.r.l. (controllata di Edizioni Il Capitello S.p.A. cui quest’ultima ha precedentemente conferito un proprio ramo d’azienda) nonché al rifinanziamento di parte dell’indebitamento finanziario e alle esigenze di cassa della società.

Bonafé Grifoni e Associati ha agito con un team guidato dal name partner Mario Bonafé con Ivan Tresca e Annalisa Camarda e che si è occupato anche della negoziazione degli aspetti relativi all’acquisizione.

Pedersoli ha agito con un team coordinato dall’equity partner Maura Magioncalda, guidato dal counsel Michele Parlangeli con Francesco Cartabia e Mattia Longo.

Risiko bancario in Europa: dai legali l’alert guerra

Risiko bancario in Europa: dai legali l’alert guerra

Tutti gli advisor nell’acquisizione della maggioranza del gruppo SKA da parte di Industry 4.0 Fund

Tutti gli advisor nell’acquisizione della maggioranza del gruppo SKA da parte di Industry 4.0 Fund

Industry 4.0 Fund, tramite una operazione di LBO, ha rilevato la maggioranza del gruppo SKA, realtà specializzata nella progettazione e realizzazione di impianti dedicati per l’avicoltura, insieme all’imprenditore Dino Pozzato che rimane socio di rilievo e ambassador del brand per continuare insieme una crescita internazionale e di aggregazione della filiera italiana.

Il veicolo di private equity di Quadrivio Group, che investe nell’innovazione tecnologica e nella transizione digitale delle PMI, realizza il suo sesto investimento arrivando al 70% del capitale in gestione investito in 3 anni.

Quadrivio è stata assistita quanto ai profili legali dell’operazione da Pedersoli Studio Legale con un team composto dall’equity partner Ascanio Cibrario, dal junior partner Luca Rossi Provesi e dall’associate Edoardo Augusto Bononi. I profili di diritto del lavoro sono stati seguiti dal senior associate Andrea Scarpellini.

Russo De Rosa Associati ha invece seguito gli aspetti fiscali con un team composto dai soci Alberto Russo ed Alessandro Manias e dall’associate Stefano Gentile.

Dino Pozzato è stato assistito da Legance – Avvocati Associati con un team guidato dal senior counsel Achille Caliò Marincola e composto, tra gli altri, dalla senior associate Cristina Marani e dal junior associate Carlo Grisostomi. Gli aspetti fiscali sono stati seguiti dal senior counsel Francesco Di Bari.

Grimaldi Studio Legale ha assistito Intesa Sanpaolo – divisione IMI Corporate & Investment Banking, in qualità di banca organizzatrice e banca finanziatrice, nella strutturazione di un finanziamento che prevede un tasso di interesse indicizzato ad un rating di sostenibilità (ESG linked) con un team coordinato dal partner Marco Franzini, e composto dal counsel Angelo Alfonso Speranza, coadiuvato dalle associate Isabella Comelli e Bianca Lombardo.

L’operazione è stata realizzata con il supporto dello Studio Notarile Rinaldi-Iannacone.